NanoCAD 5.0

Ho cercato per anni uno strumento gratuito che sostituisse AutoCAD, e penso di averlo trovato in nanoCAD, un progetto sviluppato in Russia (vedi immagine!) di cui recentemente è uscita la nuova versione.

NanoCAD tradisce le proprie origini...
NanoCAD tradisce le proprie origini…

NanoCAD non è un vero open source (LibreCAD, Archimedes, quanti progetti abortiti…), il pacchetto base è gratuito e si basa su un lavoro di ‘reverse engineering’ della Open Design Alliance. Su NanoCAD è possibile sviluppare applicativi in svariati linguaggi (Lisp, C++ e tanti altri), le librerie sono a disposizione dei programmatori tramite una licenza gratuita, mentre gli applicativi possono essere commercializzati accordandosi con la NanoSoft.

Per le mie esigenze la versione gratuita è perfetta, ogni tanto qualche intoppo (per ora sulla stampa e sulle quotature), ma mai crash disastrosi. Veloce e leggero, alcune funzioni anche meglio di AutoCAD, certo manca il 3D, ma tanto mica lavorate da Zaha Hadid! Un po’ di modellazione la potete fare con le mesh, le 3Dface (e perché no, la mitica thickness!), poi esportate tutto in SketchUP e via!

 

Autore: Andy War

Born in Naples, 1965, lived in Princeton and France, then back to Italy. Comics. Grendizer, Star Wars, Lucky Luke. Architecture, Punk Rock. Sciattoproduzie, structures. Digital animations, running, hospitals. I live and work in Rome, married with two children.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *