Cani molecolari

I cani molecolari vengono utilizzati nelle operazioni di soccorso per trovare i dispersi. Se ho capito bene sono talmente piccoli da potersi infiltrare nelle macerie.

Un grazie di cuore a tutti i cani molecolari in azione in questi giorni luttuosi.

Hashtag terremoto

La scossa di stanotte mi ha svegliato assieme a mia moglie che sta 500 km più a nord. Mi sono subito precipitato sul sito dell’INGV e l’ho trovato intasato da tutti i perditempo dal sonno leggero come me…

Sfiga statistica 

In questi giorni di gran pienone inutile cercare parcheggio. Mi sobbarco così grandi camminate sotto il sole, lungo il muro di lamiera bollente. Mi consolo con qualche osservazione naturalistica. 

Anelli di Metano

Questo fumetto l’ho disegnato a fine 2015 in risposta ad una open call della rivista LOK Zine. Il tema della open call mi intrigava (criptozoologia), ma sfortunatamente il fumetto non è stato scelto per andare alle stampe. Avendo a disposizione poco tempo, ho cercato di fare disegni più semplici possibili, giocando un po’ con le retinature.

Andy_War-001 Andy_War-002 Andy_War-003 Andy_War-004 Andy_War-005 Andy_War-006 Andy_War-007 Andy_War-008

Discrepanza

Con questa vignetta saluto Aruba, che ha ospitato i miei siti negli ultimi anni: sono passato ad un nuovo provider.

Everest

Ce ne sono voluti tanti di terremoti per portare tutta quella roccia a 8km di altezza. Ma pare che noi ce ne freghiamo, e alle sue pendici continuiamo a costruire casupole di paglia e fango…

Made of Atoms

A conti fatti mi considero un solitario/contemplativo, definizione che potrebbe applicarsi anche a chi pratica onanismo guardando dal buco della serratura, ma che io intendo piuttosto come uno che adotta una certa forma di meditazione.

Oggetto della contemplazione è normalmente un paesaggio, inteso come spazio in cui accadono cose. Naturali o urbani, mappe o formicai, quadri o corpi femminili, siamo circondati da paesaggi. Il modo migliore per gustarli è quello di camminare senza una meta precisa, il paesaggio verrà a voi prima ancora che lo raggiungiate.

Mons-Snow

Nelle foto che seguono un esempio: le ho scattate sulla strada che da Chiesa in Valmalenco sale a S. Giuseppe. Notate la ricorrenza di alcune forme (linee dritte e curve) e materiali. Guardate per esempio il serpentino, di cui ci sono abbondanti cave, come si presenta in taglie diverse. Avevo già percorso questa strada qualche anno fa, d’inverno. La stessa sostanza che allora attutiva i rumori in forma di cristalli, ora scroscia fragorosa nel letto del torrente.

Fatto di atomi, è questo il mondo che mi piace.

 

Ne approfitto per aggiornare il mio diario podistico. Il 13 giugno 10km, stretching e recupero. Il 17 e il 20 solo 8km. Il 22 cinquanta minuti su una pista ciclabile fatta di saliscendi proprio a Chiesa. 8km, stretching e recupero tre giorni dopo. Il 27 e 29 i km diventano 10. Lo stesso giorno ad Orvieto, mio fratello Ugo arriva primo nei 1500 del campionato italiano master, categoria over 50!

Ho notato che è difficile contemplare in corsa: il massimo che potete fare, se il debito di ossigeno ve lo consente, è di meditare introspettivamente, tenendo acceso un pilota automatico che vi impedisca di inciampare…

 

Il silenzio non esiste / Nowhere silence

Sconsiglio caldamente di leggere un fumetto di Moebius per poi recarsi ad un concerto di musica elettronica…

Moebius’ comics and electronic music performances don’t go toghether well…

Music by Phillip Sollmann and Philipp Furtenbach (not performed here).

Lisboa

Mettendo a posto a studio ho ritrovato alcuni disegni fatti vent’anni fa durante un viaggio in Portogallo, tra la capitale, l’Alentejo e la ventosissima punta di Peniche. Gli amici riconosceranno anche chi mi accompagnava all’epoca! – Some drawings I made during a trip to Portugal twenty years ago!