Psycho Runner

Un mese denso di avvenimenti, il Papa decreta di non essere più all’altezza, il più grande atleta paralimpico decreta che è la fidanzata a non essere più all’altezza, Berlusconi decreta di non essere all’altezza delle sue battute, le elezioni decretano che non siamo un popolo all’altezza di auto governarci…

A month full of events, the Pope decrees that he can’t bear it anymore, the greatest Paralympic athlete decrees that he can’t bear his girlfriend anymore, Berlusconi can’t handle his jokes anymore, Italian elections decree that we are a people that can’t bear self government…

 

Gli allenamenti di Febbraio: lunedì 4, martedì 5 e venerdì 8 (8km, stretching, recupero). Lunedì 11 (6km, stretching, recupero), giovedì 14 e venerdì 15 (8km, stretching, recupero). Martedì 19, giovedì 21 e venerdì 22 (8km, stretching, recupero). Malato, poi giovedì 28 (8km, stretching),e venerdì 1 (8km, stretching, recupero).

Gita in Finlandia/Trip to Finland

In una settimana fredda e piovosa inanello tre allenamenti fotocopia nel buio di villa Pamphili, per l’occasione trasformata in una provincia Finlandese. Con il termometro intorno allo zero accuso qualche difficoltà, fatico a riscaldarmi ed ho paura che un qualsiasi incidente banale mi costringa ad un gelido ritorno a casa. E’ anche la settimana delle grandi, distopiche manovre nel centro-destra (Monti si-no-forse), e della chiamata alle armi del padre padrone del MS5 (“Ci attendono due mesi di guerra!”)

During a cold and rainy week, three trainings in a row in the dark of villa Pamphili, transformed in a finnish landscape. Low temperatures put me in distress, I’m unable to heat up: what if a stupid accident forces me to a chilling walk home?

 

Martedì, mercoledì e giovedì una decina di km dentro e fuori la villa, con la salita di via Vitellia. Domenica un allenamento ridotto (40’), sono reduce da una notte agitata. Pranzo sociale di Rifondazione Podistica a Riano, con torta strepitosa (posterò una foto).

Pot pourri

Fino a qualche mese fa avevo due blog, uno interamente dedicato alla corsa, l’altro onnicomprensivo, vignette politiche, illustrazioni ecc. Per motivi soprattutto di tempo, ho fatto convergere il diario podistico nel blog “generalista”, dedicandogli un’apposita categoria. Questa contiguità ha avuto un effetto imprevisto: le vignette sportive hanno cominciato a specchiarsi in quelle politiche, e quelle ispirate all’attualità sono diventate più personali. Voglio provare a non contrastare questa tendenza, e vedere cosa ne esce fuori. Ovviamente salta il discorso “un allenamento, una vignetta”, raccoglierò assieme tutte le vignette della settimana, quindi (si spera) le vignette saranno più degli allenamenti.

Up to some months ago, I had two blogs, the graphic running log and the comics and illustrations one. Having poor time, I converged the two, placing the running log among the political sketches. Unexpectedly, sketches from different blogs started to merge, so from now on I will collect them in the same post on a weekly basis. This means (I hope) that I will have more sketches than trainings to show.

 

Lunedì una decina di km dentro e fuori la villa, con la salita di via Vitellia, martedì un’oretta, con due salite. Sabato quasi un’ora di fondo lento nel fango di villa Pamphili: inebriante! Settimana piovosa, ed io odio correre sotto l’acqua.

Politichese / Political jargon

Ebbene si, mi sono visto il faccia a faccia dei candidati alla coalizione di centro-sinistra su Sky. Soporifero in alcuni punti, zuccheroso in altri, comunque una zampata mediatica, difficilmente replicabile dalla parte avversa: immaginate le primarie tra Maroni, Alfano, Fini e Casini, ci vorrebbero i giubbotti antiproiettile! E Grillo? Lo fa da solo? – Yes, I enjoyed the talk show for the primary elections of the “left-centrist” italian coalition. Sometimes boring, sugary, but all in all a mediatic coup, unrebutable by competitors, who would need a bulletproof vest to end it up.

 

Martedì, mercoledì e venerdì una decina di km dentro e fuori la villa, con la salita di via Vitellia. Sabato un’ora di fondo lento. Allenamenti standard, con un occhio alle condizioni climatiche…